Un’alternativa ai farmaci

Non solo farmaci per curare le malattie reumatiche , questi gli argomenti trattati durante il convegno intitolato “ muoviti muoviti ” che si è tenuto martedì 4 ottobre nei locali attigui alla parrocchia S Paolo ad Acireale.

Le lombalgie, i dolori alle ginocchia , alla cervicale ed alle anche, la sciatalgia , l’artrosi in genere che colpisce la gran parte dei cittadini sopra i 50 anni, le artriti che colpiscono tutte le età , sono le patologie che affliggono la società di oggi ed impensieriscono non poco i medici di famiglia e gli specialisti Reumatologi.

Oggi abbiamo la consapevolezza che stili di vita adeguati possono cambiare il corso di tante malattie reumatiche e ciò è facile da ottenere quando il paziente fa tesoro dei consigli dello specialista in relazione ad abitudini alimentari , attitudini lavorative , attività fisiche che se adeguati possono limitare l’aggressività di malattie reumatiche ed addirittura aiutare a risolverle

L’obiettivo dello specialista moderno è ottenere con la minima dose di farmaco il massimo del beneficio e questo obiettivo è più facile da raggiungere quando il paziente si attiene ai suggerimenti che lo indirizzano a stili di vita più consoni alla malattia reumatica che lo affligge. Sappiamo infatti che il paziente in soprappeso carica le articolazioni del ginocchio e della colonna usurandone prima la cartilagine.

Di conseguenza il suggerimento da dare al paziente che soffre di gonalgia o di lombalgia dovrà innanzitutto riguardare la diminuizione di peso se vorrà star meglio col dolore; dovrà inoltre evitare atteggiamenti che riguardano i piegamenti in flessione della colonna ,come per esempio rimboccare le lenzuola sotto il materasso, oppure sollevare da terra una confezione di bottiglie d’acqua minerale, od ancora restare flessi su di un asse da stiro molto più basso rispetto alla propria statura.

Tali comportamenti infatti contribuiscono ad aumentare la lombalgia per aumento della pressione alle vertebre ed ai dischi della colonna lombare.

Il movimento ripetitivo dell’avambraccio sul braccio, come accade con l’uso eccessivo del mouse del computer, il prolungato gioco del tennis od ancora la ripetuta pulizia di vetri, di infissi o ripiani di tavoli , facilita l’insorgenza di epicondiliti che si manifestano con dolori al gomito.

L’eccessiva flessione nel tempo della colonna cervicale ,tipico delle sarte o delle ricamatrici , predispone all’ artrosi cervicale. Anche alcune malattie dell’apparato ostreoarticolare, quali ad esempio artrosi od osteoporosi , possono essere prevenute , limitate od addirittura scongiurate con un corretto stile di vita che può essere attuato con facilità.

Infatti non solo il soprappeso come detto in precedenza, ma anche alimentazioni non corrette o mal bilanciate creano problemi alle articolazioni ed alla massa ossea. Le donne soprattutto dovrebbero assumere nella dieta quotidiana una buona quantità di latte , anche scremato ( qualora avessero problemi di ipercolesterolemia) , al fine di garantire un giusto introito di calcio nella dieta quotidiana e dovrebbero curare una sufficiente esposizione solare durante l’anno per facilitare nella cute la sintesi di vitamina D. Entrambe le cose sono utili per prevenire l’osteoporosi.

Pasti abbondanti di grassi animali o di fritture danneggiano la cartilagine articolare mentre pasti ricchi di verdure ortaggi legumi e frutta fresca, tutti alimenti ricchi di antiossidanti, aiutano cartilagine osso e cuore. Attività fisica costante ed adeguata serve a non fare arrugginire le articolazioni, a mantenere un buon tono muscolare ed ad avere una buona funzionalità cardiocircolatoria.

Oggi, insomma , per ridimensionare se non addirittura sconfiggere o scongiurare le malattie reumatiche, occorre una terna di fattori: la diagnosi corretta , quindi il bravo specialista, il farmaco che non può essere buono per tutte le malattie o per tutte le stagioni ma che va studiato e calibrato da paziente a paziente a seconda del suo stato e della gravità di malattia, ma soprattutto occorre che il paziente segua i consigli dello specialista finalizzati ad attuare uno stile di vita e di
alimentazione parametrato alla propria patologia, al fine di controllarla ed a vincerla.

L’ obiettivo del medico di oggi: vita lunga, ma di buona qualità.



WhatsApp chat