Vitamina D, Artrite reumatoide, Osteoporosi

Da tempo si sospetta che la carenza di vitamina D possa avere un ruolo nelle manifestazioni cliniche dell’Artrite Reumatoide (AR), ma gli studi a riguardo sono attualmente insufficienti o contradditori.

Non è noto quale sia l’attuale attitudine tra gli specialisti a supplementare questi pazienti con vitamina D, perlomeno ai fini preventivi nei confronti dell’osteoporosi.

Qui si riportano i contributi preliminari in questo senso ricavati da uno studio osservazionale multicentrico, cross-sectional, a cura del Gruppo SIR per lo studio dell’Osteoporosi e delle Malattie Metaboliche dello Scheletro, che aveva l’obiettivo primario di valutare lo stato vitaminico D in pazienti affetti AR…

Scarica il pdf e cotinua a leggere l’articolo.



WhatsApp chat